Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘svendite’

non mi piacciono le svendite.

non ho niente contro gli sconti, eh, anzi. ma non sono una compratrice qualunquista.

intendo: se mi serve una camicia o un paio di scarpe, non soltanto la taglia giusta è fondamentale (e vorrei vedere, direte voi) ma non transigo neanche sul colore dell’oggetto dei miei desideri. se un paio di scarpe mi piacciono rosse, e alla svendita il mio numero è rimasto solo in verde, non le voglio, neanche se costano meno.
conosco persone invece che, incapaci biologicamente di resistere a quello che considerano un affarone, si comprano cose che non metteranno mai perchè sono troppo grandi, troppo piccole, troppo rosa fucsia o verde singhiozzo.
queste persone sono la manna dal cielo per le commesse che io definirei le irriducibili (e che mi mettono timore assai): erinni dalle unghie lunghe e miniate, con una scintilla diabolica all’angolo esterno dell’occhio, come i malvagi nei film dell’orrore. quelle che, una volta che sei entrata nel negozio, cominciano con le adulazioni e i tentativi di convincimento prima ancora che tu abbia potuto dire cosa cerchi. che bei piedi signora, starebbero benissimo con tutte le nostre scarpe, nessuna esclusa.
e che appena esci dal camerino con indosso il potenziale acquisto, si affannano, lancia in resta, ad assicurarti che no, non si nota che la gonna è due misure più grande della tua, e che il fastidioso contrattempo creato dal fatto che ti scivola giù dai fianchi alle caviglie al minimo movimento, si può risolvere muovendosi pochino.
alla svendita le decolleté che volevi hanno il numero giusto e il colore sbagliato, o il numero sbagliato e il colore giusto, o il numero e il colore giusti ma del paio di scarpe una non la trovano più, mannaggia. costringendo l’irriducibile, con un triplo carpiato, a suggerirti che se ti risolvessi a girare su una gamba sola tipo chichibio e la gru, oppure ad amputarti un piede, nessuno ci farebbe poi molto caso.

insomma, non vado alle svendite per non essere graffiata da un’irriducibile, e per non essere messa in tentazione di spendere male i soldi.

senza contare che se qualcosa che ho comprato a inizio stagione loro hanno poi deciso di scontarla del 50%…beh, lo ammetto, preferisco non saperlo 🙂

saldi-638x425

Read Full Post »

poi magari mi ravvedo. anzi, è praticamente certo che lo farò.

ma almeno cominciamolo l’anno con criminosi propositi di deflagrazione della carta di credito. fantastichiamo sulla visa che si scioglie alla millemillesima strisciata. su sportelli bancomat a cui scatta la sirena se ci avviciniamo a meno di 1 km.

think sales. think now. il 6 gennaio cominciano le svendite, praticamente in tutta italia. premesso che non riesco a fare shopping se nella stessa stanza ci sono più di 10 persone, e quindi le svendite iperaffollate nel mio caso sono inutili. premesso che sono anni che non trovo qualcosa che mi piaccia ad una svendita, ma resto convinta che questo dipenda dal fatto che gli articoli belli, per quanto invenduti, vengono riposti al sicuro altrove dal negoziante, prima di applicare alla vetrina il cartello che dice dal 30 al 50%. a volte non si danno nemmeno la pena di spostarli: li lasciano in mezzo agli altri, e non appena tu li punti e ci metti gli occhi verdi sopra, zac! lui sorridendo ti dice, la signora ha occhio, è il più bel capo del negozio, disgraziatamente senza sconti.

però non costa niente per il momento, almeno fino a giovedì, sperare che l’oggetto che tieni nel tuo mirino da fashion cecchina da mesi compaia sulla mensola del negozio con un bel ribasso in bella vista applicato al suo cartellino… 🙂

e se non accade, pazienza. giovedì sera finalmente ricomincia il campionato: ci penserà la mia squadra a distrarmi dai cattivi propositi… 🙂

buon anno nuovo a tutti!!!!

Read Full Post »