Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘fine settimana’

il venerdì mattina volge al termine. guardo l’ora e penso, dai annette: l’ultimo sprint. l’ultimo scatto che mi porterà dritta tra le braccia del venerdì sera casalingo, uno dei miei momenti preferiti della settimana, uno dei miei pensieri felici quando cerco di volare come peter pan.

che incanto preparare la cena con tutta la calma e la pigrizia che si vuole, sapendo che si può anche mangiare tardi, e andare a letto ancora più tardi, perchè il mattino dopo la sveglia non verrà a toglierci il piumone di dosso. che sublime beatitudine sabato mattina svegliarsi naturalmente, senza obblighi, e poi palugare a nanna e  in giro per casa sorseggiando una tazza di caffè profumato e caldo, come se non ci fosse niente al mondo.

e poi uscire, fare una passeggiata, comprare un libro da adriano, bere un caffè ma al med però, che lì lo fanno buono, non come da quelli lì.

comprare i giornali, quelli veri, quelli di carta, e leggerli senza accendere un monitor luminoso.

aver tempo per tutte le attenzioni che ci piace riversare sui nostri cari e che a volte, durante la settimana lavorativa, per varie ragioni dobbiamo rimandare.

e poi cose semplici, mica niente di speciale. ma la vita è soprattutto questo, le cose che non escono dall’ordinario. i piccoli momenti condivisi. sono questi che costituiscono la vera intelaiatura della nostra memoria e della nostra vita.

pelare un mango maturo e mangiarlo una fetta per ciascuno. fare dei crostini tiepidi e mangiarli davanti alla partita (quest’anno ho potuto ricominciare a farlo: l’anno scorso mangiare davanti alla juve mi bloccava l’appetito). fare una partita a cluedo (gioco vintage, non ve lo ricordate sicuro) ed esultare smodatamente per la vittoria. parlare coi conduttori dei programmi televisivi come se potessero sentirci (spesso per ingiuriarli) e poi ridere tra di noi. vedere che non piove più e decidere che ci va di mangiare in centro.

adesso è ora.

vi lascio a godervi l’imminente fine settimana su una nota buffa. il signor don sammons si è trovato a restare l’unico abitante della ridente cittadina di buford, wyoming  e ha deciso di metterla all’asta, base di partenza 100.000 dollari. che per un terreno di 40 kmq, una casa da tre camere con garage, l’edificio della posta e un’antenna della società telefonica union wireless funzionante e che produce reddito, non è un cattivo affare, forse. tanto è vero che le offerte hanno cominciato ad arrivare da tutto il mondo.

poverino. lì tutto solo, senza nemmeno un baretto per il caffè e una pizzeria…che fine settimana era???? 🙂

Annunci

Read Full Post »