Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘auguri’

sono dieci giorni, eh, che vi sentite fare auguri di buon anno.

dieci giorni minimo: perchè i temerari che sfidano l’opinabile, ma non per questo meno legittima, superstizione altrui e cominciano a far gli auguri di buon anno prima che il vecchio sia finito non mancano mai. un po’ come gli ebeti che si feriscono coi botti. tra l’altro, entrambe categorie che proliferano alla fine dell’anno, chissà se c’è un motivo.

ho accumulato dalle persone a me care (e anche da alcuni imbucati con i quali la confidenza è minore di quanto sembrino pensare) auguri di ogni bene, di felicità, di amore (vi piace vincere facile, bravi. sapete di poter contare sul fatto che sono innamorata fracica), di salute e prosperità (uno addirittura di “prosperosità”. forse mi augura di farmi una mastoplastica additiva). di successo, di serenità: roba che se si avvera anche solo il 5% io sto a posto tutto l’anno.

e poi mi sono chiesta: fatti salvi questi auspici, che sono senza dubbio quelli basilari per un anno felice (e ringrazio gli auspicianti con tutto il cuore ricambiando vos meilleurs voeux), che cosa posso augurare io? a me stessa e agli altri.

la prima cosa che auguro è di essere circondati in questo nuovo anno da amici-da-giorni-belli.

sfatiamo i luoghi comuni, non è vero che i veri amici si vedono nel momento delle difficoltà. la mia esperienza mi dice che molta gente trova assai più facile e appagante starti vicino quando soffri; li fa sentire generosi e in quel frangente, parliamoci chiaro, non costituite una minaccia alla loro autostima. offrirvi una spalla per loro è più rilassante che battervi un cinque alto quando una cosa vi va dritta. perchè l’invidia è una brutta bestia.

ma se avete un amico che è in grado di gioire con voi in modo autentico, perchè il vostro bene è la sua felicità, beh potete credermi, non vi volterà le spalle nelle giornate di pioggia.

perciò auguro a me e a voi tanti amici da momenti felici. e tanti momenti felici per poter godere dell’esistenza dei suddetti  🙂

la seconda cosa che auspico è una mente aperta e pronta ad accogliere le sfide.

tra i topolini di spencer johnson non voglio essere uno di quelli che muoiono di fame perchè il loro formaggio è stato spostato, o che si sfiniscono a furia di lagnarsi perchè non lo trovano più. ti prego, anno nuovo: aiutami ad essere uno di quei topolini che aguzzano le narici (lo so, di solito si aguzza la vista ma si potrà ben aguzzare anche l’olfatto no???? del resto qui si parla di formaggio, e un pezzo di camembert è più facile odorarlo che vederlo) e trovano nuove fonti di vita e di soddisfazione.

terzo ed ultimo augurio: che la mia (e vostra) parola sia sacra, che l’etica sia la nostra misura, che la coerenza (occhio, non la pervicacia) guidi ogni nostro passo.

anno nuovo, aiutami non avere mille pesi e mille misure. a rappresentare una certezza per le persone che amo, e anche per gli imbucati.

a essere il tipo di donna di cui il mio celeste creatore un po’ si bulli, quando parla con altri, o almeno non se ne vergogni.

ah, e un’ultima cosa.

anno nuovo, ti prego, fai in modo che non debba più vedere uomini che vanno in giro con la giacca e le scarpe da ginnastica.

sei un tesoro,  grazie!!!!

buon anno a tutti

buon anno a tutti

Read Full Post »