Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘natale’ Category

ammappete, dal 22 luglio non scrivo nulla…insomma più o meno da quando abbiamo fatto i nostri dieci giorni di ferie prima di venire travolti dal ciclone latash, la nostra cucciola di labrador cioccolato. cioccolato non vi tragga in inganno: è solo la sfumatura di colore del manto, non indice di una coccolosità particolare nel carattere.  per quello si sarebbe dovuta chiamare attila 🙂

non c’è che dire, tra attila/latash e il lavoro poi è stato tutto un po’ frenetico.

ma ormai natale si avvicina, e non me la sono sentita di abbandonarvi tra le grinfie di qualche commesso/a motivato a spennarvi per regali di natale senza uno sprazzo di genialità, senza un minimo di originalità. mica vorremo fare delle brutte figure con parenti e amici cari????

e quindi, come faccio d’abitudine, ho selezionato alcune idee che vi potranno essere utili. con regali così, potete star sicuri che i vostri amati non vi dimenticheranno mai.

cominciamo con gli oggetti a tema natalizio. prendiamo ad esempio le decorazioni da giardino! mica vorrete anche voi accodarvi alla pletora di pecoroni che esibiscono babbi natali arrampicanti e renne luminose…

unico al mondo, il dinosauro natalizio luminoso

unico al mondo, il dinosauro natalizio luminoso

volete mettere un dinosauro travestito da babbo natale? chi, chi al mondo ce l’ha? nessuno. solo il fortunato a cui lo donerete. io lo metterei nel nostro giardino con somma gioia, ma i cavi elettrici sono diventati un po’ un problema da quando latash ha preso a tranciarli di netto coi suoi dentini santi.

per gli amici natalisti più inesorabili, direi che niente sarebbe meglio della copertura per il bagno fatta a santa claus 🙂

copri bagno natalizio

copri bagno natalizio

mentre per l’amica super fashion, non ci sono dubbi.

vestito super fashion a forma di albero di natale

vestito super fashion a forma di albero di natale

l’abito a forma di oh tannenbaum oh tannenbaum deve essere suo 🙂

per le ragazze trendy le scarpe sono un regalo sempre gradito.

date ad una vostra amica il brivido di non poter passare inosservata nè dai grandi nè dai piccini, con le scarpe di lego

decolleté di lego

decolleté di lego

la vostra più cara amica soffre per la forma o l’inclinazione del suo naso e non può permettersi una rinoplastica (e neanche voi vi potete permettere di offrirgliene una?) abbiate fede: portando con costanza 20 minuti al giorno questo simpatico strumento

raddrizza naso

raddrizza naso

per il resto della sua vita, probabilmente stecchirà con un nasino alla francese. forse. deve solo giungere a patti con la sensazione di avere due specie di cottonfioc dentro alle narici.
d’altra parte, chi bella vuole apparire, molto deve soffrire.

o no?

se i vostri amici maschietti vogliono apparire belli ma sono alla ricerca di una scorciatoia, niente li renderà più felici della maglietta che scolpisce e modella i loro gracili fisici…

maglietta con incluse protesi di pettorali, bicipiti e tricipiti

maglietta con incluse protesi di pettorali, bicipiti e tricipiti

oppure, per chi subisce il fascino del facial hair ma non ha cominciato a coltivarli per tempo, ecco la scorciatoia numero 2, ossia la barba gonfiabile

barba folta in 30 secondi!!!

barba folta in 30 secondi!!!

vostro marito è smemorato e dimentica il giorno del vostro anniversario? questo anello

anello autoriscaldante

anello autoriscaldante

ha la prerogativa di poter essere programmato sulla data della ricorrenza, e di autoriscaldarsi nei giorni precedenti, per fare in modo che il villano si ricordi che deve comprarvi un cadò. se nonostante tutto lui ignora le avvisaglie, durante il giorno ics la vera si riscalderà ogni 15 minuti, fino a provocare un’autocombustione se voi mogli non lo disinnescate una volta ricevuti auguri, fiori e tuttilrestappresso 🙂

se dovete comprare un regalo per qualcuno a dieta, beh, niente potrà mai rivaleggiare col magnete attira grassi,

magnete attira grassi

magnete attira grassi

un simpatico apparecchietto che avvicinerete al vostro tiramisù, o alle lasagne, e lui, come per incanto, assorbirà tutti i grassi dal piatto lasciandovi lì a gustarvelo in santa pace. jingle bells,  jingle bells.

oppure prendiamo spunto dagli hobby . che ne so, ad esempio, qualcuno ama andare in bici?

bici con minibar

bici con minibar

quanto di più si godrà i suoi giri se potra inframmezzarli con qualche gin tonic?

conoscete qualche griller?

sgabello burger

sgabello burger

non sapranno resistere a questo complemento d’arredo!

per i maniaci degli smartphone ho due proposte: una è la camicia da indossare che all’interno è rivestita in microfibra, in modo da poter pulire efficacemente gli schermi touchscreen (costantemente ditati)

camicia pulisci-screen

camicia pulisci-screen

se invece quello che volete è un effetto pirotecnico, un modo per non poter passare inosservati, un tocco di design che tutti vi invidieranno, non cercate oltre. il regalo giusto è la custodia per iphone a forma di aragosta

comoda: sta dappertutto

comoda: sta dappertutto

cercate una sfumatura green oppure gourmet per la vostra cancelleria? cosa meglio delle penne fatte a fili d’erba

Pooleaf-pens-11-470x374

o portapenne a forma di piadina romagnola?cargocollective-450x300

insomma, le idee mi sembra che ci siano. anche i casi più difficili li dovreste poter sistemare.

in caso di panico, chiamate e arriverò in vostro soccorso 🙂

Read Full Post »

caro anno nuovo,

dal momento che i tempi sono difficili e, a giudizio di tutti, non splenderà la luce a breve termine…fai la cosa giusta: regala a tutti un po’ di buon senso. forse aiuterà ad affrontare la vita in modo diverso.

regala il buon senso che manca a sindacati e imprenditori: perchè si rendano conto che una buona causa per licenziare un dipendente non è un lusso, è una cosa sacrosanta. ma che una buona causa non può (come è stato finora) essere più difficile da provare della colpevolezza della knox, di sollecito e di stasi messi insieme. perchè quello significa mobbing al contrario: significa tutelare persone che non lo meritano, spesso a discapito di coloro che, nello stesso gruppo, finiscono per pagarne le conseguenze, cioè i loro colleghi.

porta un po’ di buon senso ai dirigenti delle reti televisive. fai che si rendano conto che i flop dei grandi fratelli/sorelle/famosi e tuttilrestappresso a cui abbiamo assistito di recente non passino loro inosservati. che si rassegnino al fatto che non soltanto il pubblico “educato” ma evidentemente anche i beceri si sono stufati. forse occorre entrare nell’ottica che, seppur nell’entertainment, nei frizzi e lazzi, nelle risate e nella leggerezza…c’è insofferenza per tutta la volgarità gratuita che ci hanno sbattuto dentro casa impunemente.

porta buon senso nelle famiglie. fai sì che davanti ad ogni incomprensione ognuno di noi si faccia la domanda giusta e cioè “sarà importante questa cosa a un anno da ora?” ed eviti di costruire montagne da un granello di polvere. ne beneficerà tutta la famiglia in termini di serenità, sorrisi e sonni tranquilli.

metti un po’ di buon senso in testa a noi che invecchiamo. aiutaci a saperlo fare con grazia, accettando i mutamenti dell’età senza cadere nel ridicolo e nel patetico. dacci la capacità di capire che fingere un’età diversa da quella che abbiamo, sia chirurgicamente che nel nostro stile, è una bugia che inganna solo noi. e forse nemmeno.

facci tenere sempre i piedi per terra, gli occhi ben aperti e le orecchie disposte ad ascoltare tutto quello che ci viene detto. perchè il buon senso si impara anche così, e una volta imparato si autoriproduce. e chi pensa di sapere sempre già tutto non cresce mai, non impara mai nulla e resta asino e dissennato.

aiutaci a imparare dagli errori già commessi. che detto così sembra facile, ma se ci guardiamo indietro sono sicura che ciascuno dovrà riconoscere di aver commesso lo stesso sbaglio più e più volte nella vita. dacci il buon senso che serve per imparare ad andare avanti, e non restare sempre inchiodati a convinzioni errate e paure che ci bloccano.

grazie di aver fatto fare flop al cinepanettone.

e, ultima cosa, se si può: lo scudetto. a chi, lo sai 🙂

Read Full Post »

caro babbo natale,

diciamo che sorvolo sul fatto che negli ultimi anni (negli ultimi 25 anni, a essere precisi) hai preso le mie letterine con un po’ di leggerezza. o, più esattamente, non te le sei proprio filate.

sono un’ottimista e ho sempre la convinzione che la volta successiva sarà quella giusta. e quindi ti scrivo chiedendoti un miracolo natalizio…

è natale, e fin qui tutti d’accordo. ma da quando e da dove arriva l’equazione “natale=paralisi dell’attività cerebrale”? (che fa sì rima, ma è un caso)…

perchè i registi televisivi e cinematografici pensano che nel periodo delle festività ci rincretiniamo? ci hanno contato i trigliceridi che scofaniamo nei pranzoni e cenoni vari, e hanno scoperto che portano all’obnubilamento? contano sulla magnanimità dovuta al fatto che “a natale siamo tutti più buoni”? (tutti chi?)

ieri ho cercato di andare al cinema con mio marito ma la programmazione ci ha obbligati a restarcene a casa.

non vogliamo vedere christian de sica in vacanza a cortina.

con o senza massimo boldi (e boldi? no, per carità, non lo sto mica chiamando. ma che fine ha fatto???) la minestra non cambia. è una certezza: la certezza di un film scontato, che non fa ridere ed è letteralmente infarcito di volgarità di quelle vere. non le parolacce della littizzetto. vagonate e vagonate di quella che secondo me è la volgarità per eccellenza, cioè la mancanza di grazia, i continui doppi sensi di dubbio gusto, la battuta forzatamente sempre e per forza a sfondo pecoreccio.

mi scuseranno i suoi molti fans, ma non ho voglia di vedere  neanche fabio volo, con le sue gemme di filosofia di vita a buon mercato. anche se di lui una cosa va detta: che è meglio di tanti altri, perchè se non altro si comporta come uno che lo sa di non essere niente di che, e l’autocoscienza è importante…

non ci interessa il gatto con gli stivali, non importa se in 2 o 3 d. neanche se lo fate in 1 d o 4 d. o un milione d.

il film di woody allen l’abbiamo visto: carino, ci siamo divertiti ma non prendiamo in considerazione l’idea di rivederlo così a breve.

il film di padre e figlio che costruiscono robot di metallo per boxare contro dei pugili…chiedo pietà.

restate a casa, dirai tu. fatto.

dopo cena, mentre bevevamo il caffè sul divano, è passata 50 volte la pubblicità di un film per la televisione con enrico brignano e alessandro gassman travestiti da babbo natale. mai sentito babbo natale che dice “aò”.

non voglio vedere i due finti babbi natali. e neanche i film zuccherosi che ci avete già ammannito centinaia di volte. non sono più disposta a credere ai film che mostrano le persone capaci di slanci di incredibile umanità e generosità solo perchè scende dalle stelle il Re del Cielo.

siamo già tanto inguaiati: non ci daresti una tregua?

ti prego, babbo natale. accontentami.

anna

p.s. vista la tua riluttanza ad accontentarmi gli anni scorsi, ho pensato di incentivarti così: se non fai il tuo dovere ti sciolgo col tè tutti i pupazzi di neve nel giardino della lapponia. ti riempio di aglio il panettone. e dico a tutti che sei interista.

Read Full Post »

è presto, lo so. ma lo dico per il vostro bene: entrate nel mood. affrontate l’agone annuale. tanto, parliamoci chiaro: qualcosa di impacchettato sotto l’albero per i vostri cari lo dovete mettere. e, pur condividendo la riluttanza a cominciare a riflettere su cosa comprare a chi (no, un libro no, gliel’ho regalato l’anno scorso, no, non comprargli un’altra cravatta altrimenti prima o poi ti ci impicca), resto dell’idea che il rush finale nell’ultima settimana sia ancora più sgradevole e in linea di massima porti a risultati scadenti: ammettiamolo, è il modo migliore per doversi limitare a comprare una cosa qualsiasi pur di non presentarsi a mani vuote, ma il dono non farà felice il destinatario e quindi nemmeno il donum ferens.

il primo passo è cominciare canticchiando (in solitudine) un motivetto natalizio che ci piaccia. diamine, non fate quel musetto: ci sono millemila canzoni di natale, possibile che neanche una incontri i vostri gusti raffinati???? io comincerò con ella  sarà il mio spirito guida in questa impresa.

dopo di che, aprite le porte all’inusuale!

vi chiederete, ma la nostra annina mica ci lascerà soli in tutto ciò? no, state sereni. state per assistere a una puntata della serie “mai più senza”, apposta per voi e in occasione di questo natale. e non dite che non vi voglio bene 🙂

cominciamo con un’ideuzza perfetta per un amico che abbia avuto un infortunio e si sia rotto o slogato un braccio. pensate a come sarà stufo, ogni volta che esce di casa, di spiegare la dinamica del sinistro a ognuno che gli chiede notizie… et voilà, il reggi-fasciatura con storyboard dello scivolone sul campo da tennis, della ruzzolata dalle scale, del volo sulle piste da sci e chi più ne ha più ne metta 🙂

basta al fastidio di spiegare lo stesso infortunio mille volte!!!

e per la coppia di amici innamorati e inseparabili come due ventose? sigillate ulteriormente la loro unione!!!

guanti invernali modello "together forever"

e per gli amici che viaggiano molto e prendono molti voli aerei? (questa categoria in qualche modo la conosco bene). lo sapete com’è:  una borsa extra che stia dappertutto senza ingombrare ma che possa essere usata in caso di necessità è sempre utile. questa li renderà dei numeri uno in ogni aeroporto del pianeta. ricercati numeri uno, intendo 🙂

emergency bag

avete qualche amico patito di mistery e gialli? le possibilità sono innumerevoli. ad esempio questo simpatico gadget con cui potrà fare il test della verità a chiunque gli capiti a tiro (sospetto che presto la gente gli girerà al largo, ma almeno per un breve periodo si divertirà)

rilevatore di bugie

oppure potete impreziosire la sua stanza da bagno con questa tenda a tema 🙂

tenda vasca/doccia modello norman bates

o, perchè no, regalargli il brivido di dormire su un letto tipo “scena del crimine”

sogni d'oro!

se avete un’amica molto green-power, abbiamo l’idea perfetta.

guardate un po’: collana con coltivazione portatile

un orto al collo

oppure, ciabattine della serie “a piedi nudi nel parco” (da innaffiare ogni giorno) 🙂

difficile essere più green di così

vostro fratello ha il vizio di rosicchiare le matite? fate almeno in modo che non ingerisca più legno di chuck il castoro. regalategli delle matite commestibili 🙂

per tutti i gusti

conoscete qualcuno che impazzisce per il ping pong ma non ha spazio per un tavolo verde in casa? problema risolto:

porta multifunzione

un capitolo a parte è rappresentato dai regali per bionde. ecco alcune idee che vi renderanno un idolo in quella cricca 🙂

tastiera per computer tailor made

cubo di rubik per bionde

e se volete essere sicuri che non dimentichino i loro compiti per la giornata, potete sempre dotarle di questo straordinario gadget per tattoo temporanei

la bionda, se in confusione, potrà rinfrescarsi le idee semplicemente leggendosi il palmo della mano

se invece puntate sull’interior design, regalate qualcosa su cui i vostri cari possano trascorrere ore quiete e di relax. e che cosa, se non una morbida e avvolgente poltrona a forma di pancakes???

adoro lo sciroppo d'acero

le ragazze, bionde o more che siano, non potranno resistere ai cerotti griffati

troppo fashion!

nè alla cintura che le incentiva a non eccedere  a tavola

cintura anti tentazioni

nè alla scimmietta soffia/asciuga smalto, che sarebbe tanto piaciuta a bunny lebowski

temo ci vorrà invece una ragazza un po’ fuori dal comune per apprezzare le ciabattine con scopa e paletta, ma se avete una patita delle pulizie tra le vostre conoscenti queste faranno la sua delizia!

toh, guarda, lì c'è un granello di polvere, aspetta che mi precipito :0)

quelli che non mancheranno di certo tra i nostri nearest and dearest sono gli iphone-addicts. e anche per loro abbiamo l’oggettino giusto: apps in forma di cuscini

o di sottobicchieri

o di copripiumone 🙂

e per finire alcuni oggetti per la casa, utili a tutta la famiglia…

l’ammazzamosche…

pensate a quanti fastidiosi ronzii risparmierete ai vostri amici

la cannuccia/occhiali per vostro figlio che è in quell’età un po’ difficile e ci vuol pazienza

ecco, chebbellacosa

la tazzina da caffè per amanti dei rompicapi

un labirinto con ogni goccia

e il calendario fatto di irresistibili bolle da scoppiare, come quando eravamo piccoli…

mi sembra che gli spunti ci siano, mica vi potrete lamentare, no?

buon lavoro 🙂

Read Full Post »

signori e signore, il momento è giunto, non ho più altra scelta, devo confessare le cose come stanno.

a parte poche rare eccezioni, non ho nemmeno l’alba di cosa regalare per natale ai miei cari. e il conto alla rovescia è giunto agli sgoccioli.

diamine, natale arriva sempre più di soppiatto, negli ultimi anni. o forse siamo noi ad essere sempre più sommersi di lavoro ed impegni al punto da non riuscire a rendercene conto per tempo. morale della favola, non ho i regali, il tempo rimasto è pochissimo e ogni volta che tento di avvicinarmi ad un negozio ci trovo dentro frotte inferocite che si contendono le attenzioni dei commessi e mi mostrano i denti. sono spaventata.

(per non parlare di quello che ci attende se un giorno di questa settimana decideremo di avventurarci in un supermercato. sembra che la gente non mangi da settimane)

quindi fatemi un grande regalo: ditemi che cosa sognate di trovare sotto l’albero. cosa il vostro cuore spera di vedere una volta strappati nastro e carta colorata. questo mi sarà di ispirazione e forse mi aiuterà a rendere felice  la mia famiglia…oltre a poter essere utile anche a voi. perchè se uno dei vostri amici legge questo blog, riceverete un regalo gradito, invece che una fetecchia, pensateci 🙂

ah, mi riferisco molto banalmente a qualche regalo che sia possibile acquistare nei negozi. non mi aiuta sapere che per l’anno nuovo vorreste acqua per tutto il pianeta, oppure sconfiggere l’aids (tutte cose che vorrei anch’io, che tutti vorremmo), o che vorreste ” il federalismo fiscale e tanti ministeri in padania” (tratto dalla letterina a babbo natale di roberto calderoli). chi risponderà “sconfiggere la fame nel mondo” sotto il tannenbaum si vedrà recapitare una fascia da miss venezuela 🙂

Read Full Post »